E-mail
info@nicoloterminio.it
Telefono
Via Barbaroux, 9
10122 Torino

Psicoanalisi e fenomenologia

.

Franco Basaglia ha saputo trasformare la dimensione indicibile degli ospedali psichiatrici in narrazione.

Franco Basaglia come clinico e mediatore culturale

L’effetto sociale e politico generato dall’esperienza clinica di Basaglia non avrebbe potuto esserci senza l’intreccio del suo ruolo clinico con quello di mediatore culturale.

Franco Basaglia aveva diretto gli ospedali psichiatrici di Gorizia, Parma e Trieste verificando in prima persona le condizioni di degrado umano che lo hanno spinto a intraprendere quel cammino che ha portato alla Legge 180.

In questo percorso clinico e scientifico, che si è sviluppato nell'arco di trent'anni, gli scritti di Basaglia si differenziano in base alle diverse fasi e ai numerosi temi affrontati.

All’interno degli oltre 100 articoli e dei 7 volumi che ha curato – da Che cos'è la psichiatria? (1967) a Crimini di pace (1975) – possiamo trovare una serie di interventi ricondotti dallo stesso autore nel filone dei “problemi di psichiatria istituzionale”. Si tratta di lavori scritti fra il 1965 e il 1980 che hanno una notevole risonanza sociale e danno vita a un dibattito pubblico che si sviluppa in modo diversificato a seconda dei vari media.

Il cuore clinico e concettuale che attraversa l'intera produzione di Basaglia è costituito da due macro-argomenti, il corpo e l'istituzione: grazie alla sua opera questi due temi smettono di essere confinati dentro il discorso psichiatrico specialistico e diventano materia di discussione sociale.

In questo passaggio dalla clinica al discorso sociale per Basaglia risulta decisivo il sostegno e il coinvolgimento non solo di operatori e colleghi appassionati ma anche di giornalisti, politici, sindacalisti, scrittori, filosofi, attori di teatro e registi. In tutti questi casi si tratta di una partecipazione attiva in cui ciascuno collabora sia alla diffusione di un nuovo pensiero psichiatrico sia a una riformulazione soggettiva che scaturisce dalla propria particolare sensibilità e dalla visuale aperta dallo specifico ambito di intervento.

Basaglia ci ha dato testimonianza dell'intreccio tra pratica clinica e attività intellettuale. Il suo lavoro clinico e il suo pensiero hanno potuto raggiungere maggiore incisività attraverso un progetto culturale che ha saputo trasformare la dimensione indicibile degli ospedali psichiatrici in narrazione.

*** ***

Per qualche spunto in più guarda questo video su Sogno ed esistenza di Ludwig Binswanger:


nicolo-terminio-psicologo-psicoterapeuta-torino.png
Contatti
Via Barbaroux, 9
10122 Torino

info@nicoloterminio.it

+39 011 0437843

Continuando la navigazione accetti l’utilizzo dei cookies.

Approvo
© 2022 Nicolò Terminio
P. Iva 01754780854

home  sitemap  privacy  cookie  seo