E-mail
info@nicoloterminio.it
Telefono
Via Barbaroux, 9
10122 Torino

Psicoterapia psicodinamica

Nella paranoia Freud individua come tratto essenziale della formazione dei sintomi il processo della proiezione.

Il caso Schreber: il meccanismo della paranoia e la fine del mondo

Dopo aver individuato la peculiarità della paranoia, Freud si dedica ad un’argomentazione più complessa in cui cerca di entrare nel meccanismo di formazione dei sintomi.
 
Dei brevi cenni sullo sviluppo psicosessuale consentono di approdare alla constatazione secondo cui “i paranoici cercano di sottrarsi da una siffatta sessualizzazione dei loro investimenti pulsionali sociali” e di supporre quindi “che il punto debole della loro evoluzione debba recarsi in un segmento dello sviluppo psichico che sta fra lo stadio dell’autoerotismo, del narcisismo e dell’omosessualità e che ivi risieda la loro disposizione alla malattia (forse suscettibile di più precisa definizione)” [Freud S. (1910), Osservazioni psicoanalitiche su un caso di paranoia (dementia paranoides) descritto autobiograficamente (Caso clinico del presidente Schreber), in Opere, VI, p. 388].
 
Il saggio freudiano continua con l’analisi della proposizione “Io lo amo” che sottoposta ai meccanismi di formazione dei sintomi paranoici subisce una mutazione in “Io lo odio” nel delirio di persecuzione e attraverso tutta un’altra serie di passaggi può anche tradursi nell’erotomania, nel delirio di gelosia o nel delirio di gelosia dell’alcolizzato.

“Dopo questa discussione sull’inatteso significato che la fantasia di desiderio omosessuale riveste per la paranoia” (Ivi, p. 391) Freud individua come tratto essenziale della formazione dei sintomi il processo della proiezione. Si tratta di “una percezione interna” che viene repressa e a cui subentra nella coscienza, “dopo aver subito una certa deformazione”, una percezione esterna (Ivi, p. 392). In altre parole: “ciò che era stato abolito dentro di noi, a noi ritorna dal di fuori” (Ivi, p. 396).

Per qualche spunto in più sulla psicosi guarda questo video su Complesso di Edipo e forclusione del Nome del Padre:


 

Freud continua il saggio articolando le tre fasi della rimozione e occupandosi del problema del distacco della libido nella paranoia: “il malato ha sottratto alle persone del suo ambiente e al mondo esterno in generale l’investimento libidico fino allora ad essi rivolto. […] La fine del mondo è la proiezione di questa catastrofe interiore; il suo mondo soggettivo è giunto alla fine dal momento in cui egli ha sottratto ad esso il suo amore” (Ivi, p. 395).

E in seguito a questo “profondo mutamento interiore” (Schreber D.P. (1903), Memorie di un malato di nervi, p. 105) il paranoico cerca di ricostruire il mondo e di riconciliarsi con esso; e qui il delirio si configura, piuttosto che come un prodotto della malattia, come “il tentativo di guarigione” (Freud 1910, p. 396).

La trasformazione interiore di Schreber avviene in un processo silenzioso, di cui si possono soltanto osservare “gli eventi che seguono. Si impone invece clamorosamente alla nostra attenzione il processo di guarigione”, ossia quella prodigiosa costruzione delirante che segue il “gioco” della proiezione.

Chiudiamo questo rapido viaggio nel testo freudiano con una frase che tocca proprio il punto di trasformazione a cui subentra quella fine del mondo che irrompe nella vita del soggetto paranoico: “la fine del mondo era la conseguenza del conflitto scoppiato tra lui e Flechsig, oppure […] del legame diventato ormai indissolubile, tra lui e Dio, e costituiva perciò l’esito necessario della sua malattia” (Ivi, p. 395).          

*** ***

Per qualche spunto in più sulla diagnosi differenziale guarda questo video sull'essere "soggetti al Male" nella paranoia, nella psicopatia, nel borderline e nella nevrosi:


 
nicolo-terminio-psicologo-psicoterapeuta-torino.png
Contatti
Via Barbaroux, 9
10122 Torino

info@nicoloterminio.it

+39 011 0437843

Continuando la navigazione accetti l’utilizzo dei cookies.

Approvo
© 2021 Nicolò Terminio
P. Iva 01754780854
home  sitemap  privacy  cookie  seo