E-mail
info@nicoloterminio.it
Telefono
Via Barbaroux, 9
10122 Torino

Psicoanalisi lacaniana

Il transfert e la pulsazione dell’inconscio

Il transfert e la pulsazione dell’inconscio

Nell’insegnamento lacaniano il transfert viene concettualizzato anche come una forma di resistenza[1], come una «chiusura» dell’inconscio strutturato come un linguaggio. Nella nostra pratica clinica possiamo osservare la chiusura dell’inconscio nella resistenza alla cosiddetta regola fondamentale della psicoanalisi. Si tratta del transfert come resistenza alla significazione aperta dal significante. È su questo punto che lo stesso Freud si era pronunciato vedendo nel transfert un ostacolo alla cura psicoanalitica: nel corso dell’associazione libera si produce una discontinuità, una forma di resistenza che al tempo stesso segnala l’avvicinarsi al conflitto inconscio.

In questa seconda accezione il transfert segnala la battuta d’arresto dell’automatismo significante (autómaton) e si configura come un inciampo che si insinua nello scorrere della catena significante. Il transfert segna quindi la chiusura dell’inconscio in quanto catena significante e mette in scena il versante reale della tuché dell’inconscio. L’inconscio come pulsazione temporale è una discontinuità, «una discontinuità in cui qualcosa si manifesta come un vacillamento»[2].

La pulsazione dell’inconscio si esprime quando il versante pulsionale non si realizza nel significante, ma si ripete negli inciampi della catena associativa. La ripetizione, in quanto tuché, indica un fallimento del lavoro associativo e prende le sembianze di un cattivo incontro che non viene evitato.

 
 
 

[1] Già nell’Intervento sul transfert Lacan faceva notare che «il transfert non è nulla di reale nel soggetto, se non l’apparizione, a un certo momento di stagnazione della dialettica analitica, dei modi permanenti secondo i quali esso costituisce i propri oggetti» [J. Lacan, Intervento sul transfert (1951), in Scritti, vol. I, a cura di G.B. Contri, Einaudi, Torino 1974, p. 218].
[2] J. Lacan, Il seminario, Libro XI, I quattro concetti fondamentali della psicoanalisi (1964), cit., p. 26.

Per approfondimenti si rimanda al libro Teoria e tecnica della psicoanalisi lacaniana

 
nicolo-terminio-psicologo-psicoterapeuta-torino.png
Contatti
Via Barbaroux, 9
10122 Torino

info@nicoloterminio.it

+39 011 0437843

Continuando la navigazione accetti l’utilizzo dei cookies.

Approvo
© 2019 Nicolò Terminio
P. Iva 01754780854
home  sitemap  privacy  cookie  seo